Greece travel
home pagestoria della greciamusicavacanze in GreciaCucina Grecatraghetti in Greciaisole grecialavorare in Greciaguidare in greciaGrecia mappa

Guidare in Grecia

Guidare in Grecia è un po' difficile e non si può proprio dire che i greci siano i migliori guidatori d'Europa. Anche se non ho guidato in tutti i paesi europei, di sicuro la Grecia non è tra i migliori. Tuttavia, uomo avvisato mezzo salvato, la Grecia è un bel paese dove trascorrere le vacanze se prendete per buone queste due regole: a) sapete cosa aspettarvi, b) innervosirsi per il brutto modo di guidare non fa altro che rendervi il viaggio molto stressante. La ragione per cui in Grecia si guida male deriva da due fattori: il primo riguarda lo stato delle strade, sovente pessimo, la mancanza di buone autostrade e la disponibilità di parcheggi, soprattutto ad Atene. Il secondo fattore sembra proprio che la personalità un po' anarchica del greco tipico si estenda alla sua abilità di guida, rendendolo apparentemente indifferente ad ogni preoccupazione riguardo alla condotta da tenere guidando.

La situazione delle strade in Grecia lentamente sta migliorando dappertutto ma c'è ancora parecchio da fare perchè nel paese si raggiungano i livelli di paesi come Francia o Germania, per esempio. Attualmente, la Grecia ha 4 grandi autostrade nazionali: la E65 che va da Patrasso ad Atene, via Corinto, la E75 che va da Atene a Salonicco via Larissa, la superstrada Egnatia Odos che va da Igoumenitsa (porto di collegamento con molti porti italiani come Bari, Brindisi, Ancona) a Salonicco e si spinge fino al confine con la Turchia ad Evros, la nuova E65 che va da Corinto a Tripolis. L'autostrada Patrasso – Atene è larga appena una corsia, più una banchina transitabile nei due sensi di marcia, senza barriere nel centro strada per separare i due sensi di marcia, tranne in alcuni tratti, come da Patrasso a Rio, e dall'esterno di Aegio ad Akrata.

Questa è la situazione che si incontra per più di 100 chilometri dopo avere lasciato Patrasso. Non è che a Corinto che la strada si allarga in una vera e propria autostrada moderna, a 3 – 4 corsie, che da lì vi porteranno fino alla barriera pedaggio di Elefsis, 20 chilometri circa da Atene.
Allo stesso modo, l'autostrada da Atene a Salonicco, anche se è una strada molto buona, lunga 500 chilometri ha una sola barriera centrale dopo 200 chilometri, quindi meno della metà.
Tuttavia, grazie ai lavori fatti per i giochi olimpici, è stato costruito un eccellente raccordo anulare intorno ad Atene, che arriva fino all'aeroporto. E' una strada veloce, scorrevole e difficilmente intasata , larga 3-4 corsie e con una corsia di soccorso.

Allo stesso modo, la strada principale da Corinto a Tripoli ha due corsie ed una banchina per il soccorso che spesso diventa una corsia per i camion lenti. Questa eccellente superstrada ha ridotto i tempi di viaggio per andare da Atene a Tripoli, per cui ora ci si impiega 1 ora e mezza. La lunghezza di questa nuova superstrada è di soltanto 60 km, in contrasto con i 150km della vecchia strada. Lo sviluppo maggiore comunque riguarda Egnatia Odos, con più di 505 chilometri già pronti e 165 in costruzione. A causa della mancanza di corsie per gli autocarri di grandi dimensioni, i guidatori tendono ad usare la corsia di emergenza per i veicoli lenti, e dunque la corsia di soccorso praticamente non esiste. I guidatori di camion e gli autisti di autobus esperti sono informati di questo e negli angoli ciechi eviteranno sempre di trovarsi in questa corsia nel caso che qualcuno sia fermo lì, in ogni caso è meglio stare attenti. A proposito della competenza e dell'abilità di guida dei greci non c'è molto di positivo da dire. Non sembra riconoscere che sono al volante di una macchina potenzialmente mortale. Il difetto maggiore è che, generalmente, c'è pochissima considerazione per gli utenti della strada, ciclisti, altri guidatori o i pedoni. Se il guidatore greco vuole fermarsi, lo farà, spesso nel mezzo della strada e non segnalando per avvisare altri delle sue intenzioni, un'abitudine comune nel continente e nelle isole. Inoltre le svolte a sinistra o a destra sono effettuate senza segnalare ed il sorpasso viene fatto da tutti i lati, quello che pensano il migliore per loro, se fosse possibile vi passerebbero sotto o sopra probabilmente! I limiti di velocità esistono ma raramente sono rispettati e se possono ignorarli e guidare in mezzo alla strada è un abitudine praticata da tutti!

Nonostante questa descrizione dei guidatori e delle strade greche tipiche, è tuttavia possibile godere di una vacanza guidando in Grecia. Le strade più piccole sono spesso vuote di camion e vi consiglio se potete di prenderle. Il vostro viaggio sarà più lungo ma certamente più sicuro. Per esempio andare tramite la vecchia strada da Corinto a Tripoli vi farà passare attraverso le città storiche di Argo, di Micene e di Nafplion. Prendendo la vecchia strada da Patrasso ad Atene passerete lungo il litorale ed attraverso molte città e villaggi carini sulla costa e così pure con la vecchia strada da Corinto ad Atene. Se utilizzate l'autostrada è probabilmente una buona idea usare la banchina transitabile come corsia lenta.

In questo modo eviterete lo stress di avere un'auto alle spalle che vi lampeggia spronandovi a superare anche voi i limiti di velocità. Se rimanete incastrato dietro un camion o un bus, è meglio restare dove siete piuttosto che rischiare di sorpassare, soprattutto sulle strade principali senza barriera centrale e sui driver con una preferenza per rimanere nel mezzo della strada! Tuttavia, anche sulle piccole strade dovete probabilmente stare più attenti, guidando, che in altri paesi europei. Tenete un occhio vigile al traffico che arriva dalla parte opposta, ed alle automobili davanti e dietro di voi, ed immaginatevi che probabilmente non si sono accorti della vostra presenza. Tenete sempre le distanze di sicurezza fra voi e l'automobile davanti e guardate spesso egli specchietti retrovisori, considerando che i sorpassi non li fanno solo sl lato esterno.

Il limite di velocità sulle strade secondarie è di 70km, nelle zone urbane è di 50km e sulle strade principali è 100-120km. Rispettateli e non vi unite a chi li supera. Le cinture di sicurezza sono obbligatorie, anche se spesso non vengono usate dai greci, ma, per ulteriore sicurezza, usatele. Buona, e sicura, guida.

benvenuti Atene